Il gruppo completo o i singoli macchinari vengono oggi utilizzati per eventi di carattere scientifico e a completamento di mostre e allestimenti di piccoli spazi di divulgazione.



Accendi il cervello

In questa installazione vediamo come, attraverso le complesse interazioni che l'encefalo e il midollo spinale stabiliscono con gli organi di senso, i muscoli e i vari organi del corpo, si compie il processo d'integrazione fisiologica e comportamentale con l'ambiente.

Tutto questo è reso possibile da un breve filmato che ripercorre i primi istanti del risveglio e le principali azioni ad esso collegate e grazie alla presenza di un cervello tridimensionale che si illumina nelle aree interessate: coscienza, udito, vista, movimento, tatto, emozioni e olfatto in rapporto a quanto avviene nel filmato.


Test per conoscersi

Test per conoscersi

In quest'area sono proposti tre tipi di test progettati per valutare aspetti diversi della nostra intelligenza.

Il nostro quoziente intellettivo, infatti, non è determinato solo dalle doti logiche ma dalla capacità di dominare il pensiero complesso e di utilizzare la memoria a breve termine (detta anche "di lavoro") in cui avvengono i processi del pensiero.

Le numerose ricerche effettuate affermano che in genere chi riesce bene in un tipo di test tende a riuscire bene anche in tipologie differenti di "esercizi mentali". I test valutano l'intelligenza emotiva, cognitiva e di capacità decisionale.

Il telaio incantato

Il telaio incantato

Un modello di cervello concepito con criteri scenografici in cui immergersi. Nessuna pretesa realistica: è un installazione artistica che cerca di visualizzare ed evocare, l'estrema complessità dell'organo.

I grandi progressi delle neuroscienze e i nuovi strumenti per "vedere" il cervello mentre lavora, ci permettono di indagare efficacemente i meccanismi cerebrali, di fare ipotesi sul funzionamento della "fabbrica del pensiero" e sulla natura della coscienza.

Il cervello umano è la sorgente di tutta la sapienza del mondo. In un organo grande come un pompelmo, cento miliardi di cellule nervose, i neuroni e un numero mille volte superiore di collegamenti interagiscono continuamente formando una trama complessa che il grande fisiologo Charles Sherrington definiva, con una metafora, il "telaio incantato".

In questa installazione vediamo come, attraverso le complesse interazioni che l'encefalo e il midollo spinale stabiliscono con gli organi di senso, i muscoli e i vari organi del corpo, si compie il processo d'integrazione fisiologica e comportamentale con l'ambiente. Ciò è reso possibile da un breve filmato che ripercorre i primi istanti del risveglio e le principali azioni ad esso collegate e grazie alla presenza di un cervello tridimensionale che si illumina nelle aree interessate: coscienza, udito, vista, movimento, tatto, emozioni e olfatto in rapporto a quanto avviene nel filmato.

Viaggio nell'udito

Viaggio nell'udito

Immaginiamo di diventare piccolissimi e di compiere un viaggio all'interno dell'orecchio umano nello stesso percorso che compiono i suoni per essere percepiti dal nostro cervello.

Il viaggio consta di cinque tappe: da un ascolto "normale" fino al suo arrivo attraverso la scomposizione nelle singole frequenze. Al termine non ci troviamo più in presenza di suoni ma di una moltitudine di impulsi, per noi del tutto indecifrabili, rappresentati da un rumore bianco modulato.

In quest'area sono proposti tre tipi di test progettati per valutare aspetti diversi della nostra intelligenza. Il nostro quoziente intellettivo, infatti, non è determinato solo dalle doti logiche ma dalla capacità di dominare il pensiero complesso e di utilizzare la memoria a breve termine (detta anche "di lavoro") in cui avvengono i processi del pensiero.

Le numerose ricerche effettuate affermano che in genere chi riesce bene in un tipo di test tende a riuscire bene anche in tipologie differenti di "esercizi mentali".

Sonno e sogno

Sonno e sogno

Il sonno non è un periodo costante di riposo ma è un processo più complicato nel corso del quale variano di fase in fase l'attività cardiaca, la pressione arteriosa, le altre funzioni viscerali e le attività nervose e muscolari.

Gli scienziati distinguono un sonno REM da un sonno non-REM. Il sonno non-REM dura il 75% del sonno totale e può essere diviso in quattro stadi, in ciascuno dei quali le onde cerebrali diventano via via più grandi e sincrone. Il sonno si fa gradualmente più profondo sino a raggiungere lo stadio quattro, poi il quadro di attività si inverte e il sonno diventa più leggero. Nell'uomo questo ciclo si compie ogni 90 minuti di riposo.

L'attività cerebrale durante il sonno REM inizia nel "ponte", una struttura del tronco cerebrale che sta sotto il cervelletto e nelle regioni contigue, per andare ad attivare il talamo e la corteccia cerebrale, cioè le sedi principali delle funzioni cognitive; anche gli altri movimenti volontari vengono inibiti attraverso un segnale di arresto ai neuroni del midollo spinale.

Per conoscere termini e condizioni di prestito degli exhibit tecnologici interattivi contattare il responsabile del Progetto Experimenta dalla pagina Contatti di questo sito
Photogallery