Sonno e sogno

Il sonno non è un periodo costante di riposo ma è un processo più complicato nel corso del quale variano di fase in fase l'attività cardiaca, la pressione arteriosa, le altre funzioni viscerali e le attività nervose e muscolari.

Gli scienziati distinguono un sonno REM da un sonno non-REM. Il sonno non-REM dura il 75% del sonno totale e può essere diviso in quattro stadi, in ciascuno dei quali le onde cerebrali diventano via via più grandi e sincrone. Il sonno si fa gradualmente più profondo sino a raggiungere lo stadio quattro, poi il quadro di attività si inverte e il sonno diventa più leggero. Nell'uomo questo ciclo si compie ogni 90 minuti di riposo.

L'attività cerebrale durante il sonno REM inizia nel "ponte", una struttura del tronco cerebrale che sta sotto il cervelletto e nelle regioni contigue, per andare ad attivare il talamo e la corteccia cerebrale, cioè le sedi principali delle funzioni cognitive; anche gli altri movimenti volontari vengono inibiti attraverso un segnale di arresto ai neuroni del midollo spinale.